Di Irene Panighetti

La gelateria più amata dai bimbi è a Roncadelle

L’INIZIATIVA DI BRESCIAOGGI 20 ago 2021
In via Marconi a Roncadelle Cristian Gaffurini insieme alla moglie Federica Vezzoli gestisce da oltre dieci anni la gelateria «1° Sottozero» In via Marconi a Roncadelle Cristian Gaffurini insieme alla moglie Federica Vezzoli gestisce da oltre dieci anni la gelateria «1° Sottozero»

 «Grazie di cuore a tutti i miei clienti e al paese di Roncadelle: è da loro che è arrivato il grande aiuto che mi ha permesso di reggere bene anche il secondo inverno di Covid»: è a loro che Cristian Gaffurini, giovane titolare di «1° Sottozero» di Roncadelle (e si legge un grado sotto zero!) volge il primo pensiero nel momento in cui si racconta a Bresciaoggi, contento di partecipare nuovamente al nostro contest. «Ci sono anche questa volta, sempre grazie ai miei clienti, che mi hanno portato punti e ci tengono a far sapere il loro gradimento», spiega il giovane che, insieme alla moglie Federica Vezzoli dedica sempre la prima attenzione alla clientela, soprattutto alla più piccola. È per i bimbi infatti che quest’anno, insieme al figlioletto Lodovico che tra poco compie 4 anni, ha creato delle magliette piene di «allegria, perché l’allegria è ciò che distingue il mio locale – precisa –, raffigurano i super eroi e la bevanda dell’anno, il Bubble The, che va moltissimo, anche se non si presta a essere trasformato in un gusto di gelato». Infatti «1° Sottozero» è anche bar, con aperture di prima mattina, mentre Gaffurini è intento a preparare il gelato, che è e resta il suo prodotto di punta, affiancato anche dalle granite siciliane alla frutta fresca. Da oltre 10 anni questa gelateria di via Marconi è un punto di riferimento per il paese (tra i clienti c’è pure il parroco), anche perché Gaffurini ci tiene a esser vicino ai bambini e alla scuola: «Entro la fine di settembre voglio fare una festa per loro proponendo un nuovo dessert, cioè un misto tra dolce e salto, tra caldo e freddo – annuncia – sarà un tortino con panna e caramello e altri ingredienti a sorpresa per una festina tutta dedicata ai piccoli scolari». Per i grandi invece i nuovi gusti dell’anno sono crema al whisky, croccante al rum, pera e zenzero, anche se non mancano e non smettono mai di piacere i gusti classici, a cui vanno pure le preferenze del gelataio che ha una predilezione per il gusto al cioccolato. «1° Sottozero» ha una particolare attenzione all’intolleranza al lattosio, tant’è che è aumentata la gamma dei gusti senza latte e pure altri prodotti del bar, quali l’ottima crema caffè, sono preparati senza derivati dei latticini. L’attenzione alla qualità e alla freschezza è uno dei must che Gaffurini ha ereditato dal padre Franco, che aveva una gelateria in zona Fornaci e che ha passato il testimone al figlio, il quale, a sua volta, ha coinvolto nella dolce avventura la moglie e chissà, un domani il figlio. Per ora però per Lodovico è presto azzardare progetti, ma intanto la famiglia può già contare sull’aiuto di Sabina e Paola: «siamo una squadra compatta e ci troviamo bene, oltre a divertirci molto». L’atmosfera spensierata rimane, nonostante le difficoltà del presente: non solo le chiusure forzate dello scorso autunno-inverno, ma anche le procedure legate all’esibizione del green pass: «Non ho incontrato alcun problema – dichiara Gaffurini – la gente entra e mi mostra di sua spontanea volontà il certificato e poi conosco quasi tutti i clienti, quindi è più facile convivere con questa misura che non ci crea nemmeno troppo impegno o lavoro supplementare: se ognuno fa la sua parte con serenità tutto risulta più semplice».•.