Di Emanuele Archiati

«Maga Magò», il gusto si trasforma in delizia

L’INIZIATIVA DI BRESCIAOGGI 09 ago 2021
Giampaolo Bruschi e Vera Zotti alla guida della gelateria Maga Magò di Trenzano: il locale per il secondo anno consecutivo sostiene il gruppo Volontari ambulanza di Trenzano Giampaolo Bruschi e Vera Zotti alla guida della gelateria Maga Magò di Trenzano: il locale per il secondo anno consecutivo sostiene il gruppo Volontari ambulanza di Trenzano

A Trenzano il gelato è quasi magia: vicino al Comune e verso la Chiesa dedicata al patrono San Gottardo, ecco la gelateria Maga Magò con due vetrine esterne e un grande cono gelato a tre gusti ad invitare i clienti a provare i loro prodotti. Quest'anno l’attività ha festeggiato il suo 21esimo compleanno: non manca l’esperienza quindi a una gelateria che si è fatta conoscere molto bene sul territorio con prodotti sempre nuovi, volendo creare un legame stretto tra produttore e consumatore. Il titolare storico è Giampaolo Bruschi, 59 anni, prima artigiano calzaturiero e poi pronto ad un cambiamento radicale; ora è affiancato da Vera Zotti, 22enne e tra pochissimo socia della gelateria: la sua passione per il gelato è invece nata da bambina e lei è arrivata a 15 anni a Trenzano per uno stage dalla scuola Mantegna di Brescia. I due sono adesso entusiasti: «Siamo aggiornati costantemente partecipando a fiere del gelato e incontri del settore. Come struttura prima avevamo la vetrina con i gelati in mostra poi con l’avvento di Vera l’abbiamo sostituita con i pozzetti, c’è qualità migliore, più protezione e meno esposizione agli sbalzi di temperatura. Facciamo il gelato tutti i giorni con 20 e più gusti e siamo aperti dalla mattina alla sera». I gusti che vanno per la maggiore? «Pistacchio di Bronte e nocciola, i classici, mentre le novità Kinder e nutella danno l’alternativa moderna insieme ad alcuni particolari come il miele e la crema whisky o come il gelato vegano su richiesta o creme particolari senza latte e panna. La nostra è una clientela di ogni età sia dal paese e anche fuori, fino alla città. Oltre al gelato ci sono molte alternative: granite dai vari gusti, gelati su stecco, fruttini, monoporzioni, torte e semifreddi. Anche senza glutine e lattosio. Mentre nei periodi clou colombe e panettoni con semifreddo all’interno mentre accettiamo prenotazioni personalizzate. Questo è un locale solo da asporto, un laboratorio e l’area vendita e ci facciamo conoscere tramite i social come Facebook e Instagram». Durante il lockdown non sono mancati il servizio di delivery e la vendita solo da asporto: «Ma il vero punto di forza - chiudono - è rappresentato dai clienti che ringraziamo, aiutano nel passaparola e ci danno sempre stimoli nuovi e complimenti e guai a quando ci cercherete e non ci troverete…». Giampaolo produce gelato, Vera è la creativa: con i giovani che portano innovazioni e gli adulti sicurezza, Maga Magò ha puntato sulla gioventù ed i risultati si sono visti, tramandando i valori: e questa sinergia è stata per Giampaolo, vicino alla pensione, uno stimolo, una libertà di esprimersi dove ognuno ha porta il proprio contributo. Intanto è arrivata al secondo anno anche l'iniziativa della giornata di ieri dedicata ai Volontari Ambulanza Trenzano, l'associazione presieduta da Danilo Manenti con 130 volontari tra cui il sindaco Italo Spalenza, nata nel 1985 per fornire i suoi servizi sul territorio del paese e non solo con i suoi mezzi ed equipaggi. L'intero ricavato, l’anno scorso 2.500 euro, è stato a loro donato come grazie alla loro presenza instancabile e insostituibile da molti anni e così è stato anche per la giornata di ieri, indirizzando il ricavato al sostegno delle iniziative del gruppo.•.